NEWS PUBBLICHE

per i servizi riservati ai Clienti Igienstudio accedi all'area riservata


SISTRI


29/12/2017

La legge di Bilancio 2018 prevede lo slittamento di un altro anno, al 31 dicembre 2018, dell’entrata in vigore del SISTRI.
Con la proroga viene rinviato da un lato il regime a doppio binario degli adempimenti ambientali tradizionali/SISTRI (il periodo in cui continuano ad applicarsi gli adempimenti e gli obblighi relativi alla gestione dei rifiuti antecedenti alla disciplina del sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti SISTRI) e dall'altro lato il termine finale di efficacia del contratto con l'attuale concessionaria del SISTRI.
Inoltre, non saranno applicate, per tutto il 2018, le sanzioni relative al mancato utilizzo del SISTRI ma solamente per la mancata iscrizione e per l'omesso versamento del contributo annuale.
Si ricorda che entro il 30 aprile 2018 gli enti e le imprese iscritte al SISTRI dovranno provvedere al versamento dei diritti annuali di iscrizione (stesso importo dello scorso anno). 
Il versamento deve avvenire con le seguenti modalità:
- mediante versamento sul conto corrente postale n. 2595427, intestato alla Tesoreria di Roma Succ.le Min. Ambiente SISTRI D.M. 17.12.2009 Min. Amb. DG Tut. Ter. Via C. Colombo, 44 – 00147 ROMA
oppure
- mediante bonifico bancario alle coordinate: IBAN: IT56L 07601 03200 000002595427 (Beneficiario: TESOR. DI ROMA SUCC.LE MIN.AMBIENTE SISTRI D.M. 17.12.2009 MIN.AMB.DG TUT.TER.VIA C.COLOMBO 44 00147 – ROMA)
Nella causale di versamento occorrerà indicare:
- contributo SISTRI/anno 2018;
- il codice fiscale dell’azienda/ente iscritto;
- il numero di pratica comunicato dal SISTRI, al momento dell’iscrizione (es. WEB_….)
Dopo aver effettuato il pagamento dei contributi spettanti, i soggetti iscritti dovranno comunicare, accedendo all’applicazione “GESTIONE AZIENDE, “all’interno di SISTRI , i seguenti estremi di pagamento:
- il numero VCC-VCY della ricevuta del bollettino postale
o
- il numero del “Codice Riferimento Operazione” (CRO o TRN) del bonifico bancario;
- l’importo del versamento;
- il numero di pratica a cui si riferisce il versamento.